24 marzo 2014

Evento Coccole : Reginetta del Ballo !

Salve a tutte !

il nuovo evento organizzato da Monnalisa per le Coccole  è certamente molto bello e fantasioso 


                         "REGINETTA DEL BALLO"

per questa occasione la mia piccola Mina ha scelto la danza classica perché anche se le piace tutta la musica, non poteva rinunciare a indossare un tutù' come queste piccola farfalline.....


 ......anche se la disciplina è ferrea e seguire le lezioni non è per niente facile....
 .......vuole provare perché il fascino della danza è irresistibile .........


 e allora eccola pronta per la sua prima esibizione ...........
 .....i capelli raccolti con delle roselline, uno scaldacuore di morbida lana,
gli scalda muscoli e l'immancabile tutu' .......

pronta per un balletto con le sue amiche Coccole !!!

Buon ballo !!

07 marzo 2014

La tua Coccola .....la storia ..... PEACE & LOVE !

 Da quando Sabrina ha formato il gruppo delle " Coccole ", le partecipanti ( io compresa) si sono impegnate tantissimo a creare tanti bei vestitini e accessori per abbellire la propria bambola.
Dopo una carrellata impressionante di bellissime creazioni  è arrivata .......

....................................................." LA SFIDA ".......................................

e cioè dare alla propria bambola una storia, una collocazione temporale, uno stile o + semplicemente 
                                        
LA SUA PERSONALITÀ !

E allora la mia piccola Mina dall'aria dolce ho pensato di collocarla negli anni '60, e di darle un'aria 
HIPPY

Gli Hippy cercarono di liberarsi dalle restrizioni della società, scegliendo la propria strada e trovando un nuovo senso della vita. Una espressione dell'indipendenza dalle norme sociali raggiunta dagli hippy è stato il loro insolito modo di vestire e di autogoverno. Questo, ha fatto sì che gli hippy fossero immediatamente riconoscibili gli uni agli altri e servì come simbolo visivo per significare il loro rispetto dei diritti individuali e la loro volontà di mettere in discussione l'autorità.




Così come il movimento beat che lo precedette e quello punk che venne subito dopo, i simboli e l'iconografia hippy mostravano un basso status sociale, coerentemente con ideali di povertà e semplicità, con un vestiario che rifletteva uno stile di vita disordinato e spesso vagabondo. Come nel caso di altri movimenti di adolescenti bianchi di classe media, il comportamento deviante degli hippie comportava una sfida alle principali differenze di genere del loro tempo: sia i maschi che le donne hippie portavano i jeans e i capelli lunghi, ed entrambi portavano sandali o andavano scalzi. I maschi spesso portavano la barba, mentre le donne limitavano al minimo o non utilizzavano il trucco, e molte non portavano il reggiseno. Gli hippie spesso sceglievano vestiti con colori brillanti e di taglio insolito, come pantaloni a zampa d'elefante, gilè, indumenti tie-dyed (t-shirt con disegni e colori psichedelici, spesso in cotone), dashiki (specie di mezzi mantelli provenienti dall'Africa), o camicette; molto popolari erano anche indumenti di taglio non occidentale e con motivi ispirati ai modelli dei nativi americani, degli africani e dei latino americani. Gran parte di questi indumenti era autoprodotta per contrastare la cultura delle aziende, e gli hippie spesso acquistavano i propri abiti nei mercatini delle pulci o dell'usato. Gli accessori preferiti, sia per gli uomini che per le donne, consisteva in oggetti della cultura indiana, copricapi, bandane e lunghe collane a grani. Le case, i veicoli e gli altri oggetti appartenenti agli hippie erano spesso decorati con motivi psichedelici.
Il viaggio, sia all'interno della nazione che all'estero, è stato uno degli elementi caratteristici della cultura hippy. La cultura hippie era comunitaria e viaggiare diventò un modo di estendere il concetto di amicizia. Scuolabus simili al Ken Kesey's Furthur, o all'iconico VW, divennero popolari perché gruppi di amici ci potevano viaggiare economicamente. Il VW bus divenne noto come un simbolo della controcultura hippy, e molti di questi autobus furono ridipinti con grafica psichedelica e/o personalizzati, un atteggiamento che anticipò la attuale arte di decorazione di automobili. Un simbolo di pace sostituiva spesso il marchio Volkswagen.



 Molti hippy preferivano l'autostop, inteso come principale modalità di trasporto, perché economico, ecologico, e modo sicuro per incontrare nuove persone.





............................una piccola figlia dei fiori..............

 ........................romantica e al tempo stesso anticonformista....................
 -----------------senza una fissa dimora, perché
                                   ama girare il mondo .......................


                                                    ------------ e le sue canzoni  preferite
                                                         sono i Beatles, i Rolling Stones
                                                                    come la vestirò?

                                                    sarà una sorpresa .......... alla prossima !